AnimaliLife Style

IL LEGAME TRA CANE E UOMO

Caro Lettore, 

se anche Tu hai un cane sai quanto sia forte il legame che vi unisce.

Un legame profondo, unico, sincero e puro.

Ma i nostri amici a quattro zampe, diretti discendenti dei lupi, ci STUPISCONO ogni giorno, dandoci più di quello che noi umani ci aspettiamo da loro.

Ti è mai capitato di avere la sensazione di essere davvero COMPRESO dal tuo cane?

Immagino proprio di sì!
Questo perché, anche se noi comunichiamo maggiormente con le parole e loro con le posture del corpo e attraverso gli odori, i nostri comportamenti si “incastrano” perfettamente gli uni con gli altri.

Siamo entrambi mammiferi sociali, abbiamo infatti bisogno di COMUNICARE, di vivere una vita sociale, ed entrambi, non solo proviamo sentimenti, ma desideriamo anche essere corrisposti ed amati.

L’isolamento e la solitudine sono deleteri non solo per noi ma anche per loro che, cresciuti senza la possibilità di esplorare il mondo circostante e senza la possibilità di socializzare, saranno poi cani adulti problematici.

TUTTI I CANI sviluppano naturalmente legami affettivi nei nostri confronti e diventano parte della famiglia sentendosene membri a tutti gli effetti.

Il SENTIMENTO che ci unisce ha anche una spiegazione scientifica, si è dimostrato infatti che il contatto visivo genera nel cervello di entrambi un’impennata di ossitocina, l’ormone “dell’amore”, che ci rende fiduciosi ed empatici.

Chi adotta un cane dovrebbe essere pienamente cosciente che questo straordinario compagno fin dal primo giorno ha bisogno di AMORE e di REGOLE da seguire per favorire un’armoniosa vita di gruppo.

La stessa cosa vale per i cani che vivono in branco: hanno regole chiare e precise, ognuno riveste un ruolo specifico, ognuno ha una sua funzione, funzione assolutamente necessaria alla buona vita SOCIALE.
Quindi, è nostro compito non solo dare affetto ma anche dare regole (corrette ovviamente) e farle rispettare perché il nostro cane ne ha bisogno.

La strategia generale è quella di premiare i comportamenti buoni e ignorare quelli sgraditi, evitando urla e punizioni a caso che spesso finiscono solo con spaventare il cane.

Bisognerebbe EVITARE anche di “antropomorfizzare” il nostro cane. Il cane è un cane non è un bambino, per questo bisogna rispettare la sua sensibilità e la sua natura evitando eccessi dannosi al suo benessere psicofisico.
Ricordiamoci sempre che, questo legame così antico, si fonda sul rispetto reciproco, sulla collaborazione reciproca e che noi rappresentiamo per il nostro cane la “base sicura” il punto fermo intono al quale ruota tutto il resto.

Chiara

P.s.: se vuoi continua a seguirmi 

su: https://www.Facebook.com/NutrizionePersonalizzataPerCanieGatti/con tante notizie su cani e gatti, in particolare informazioni sulla loro corretta nutrizione. 

Mostra ancora

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
Close
Close