AnimaliLife Style

CANI E GATTI NON DOVREBBERO MANGIARE

Caro Lettore, dopo i primi due articoli, quello sull’origine del gatto e quello sul legame tra cane e uomo, oggi ho deciso di scrivere un articolo dal taglio PRATICO.
Qui sotto trovi un ELENCO DI CIBI CHE I CANI E I GATTI NON DOVREBBERO MANGIARE.

 (Può darsi che Tu conosca già tutto o parte di questo elenco, ma rileggerlo non fa mai male, può tornare utile, a volte, rinfrescare la memoria). In ordine alfabetico ecco i CIBI DA EVITARE: 

  • AGLIO: contiene un composto che agisce a livello di globuli rossi circolanti distruggendoli (anemia emolitica). I sintomi compaiono solitamente dopo 1 – 4 giorni dall’ingestione dell’aglio. Vomito, malessere e diarrea sono i principali segni clinici.
  • ALBUME CRUDO: chiamato anche “bianco dell’uovo”, si tratta infatti della parte chiara che da cruda è di colore quasi trasparente e da cotta è proprio la parte bianca. Non va dato perché contiene una glicoproteina chiamata avidina che lega a se la biotina (vitamina H) impedendone l’assorbimento. La carenza di vitamina H porta ad opacità del manto e problemi cutanei.
  • ALCOOL: cani e gatti non possiedono gli enzimi necessari a metabolizzare questa sostanza, per cui anche a dosaggi minimi può causare danni pericolosi.
  • AVOCADO: in merito a questo frutto non esistono ancora dati certi, quindi, meglio evitare.
  • CAFFE’: la caffeina può portare gravi problemi nel cane, infatti, oltre a disturbi a livello gastrointestinale, può determinare alterazioni del ritmo cardiaco e se ingerita in grandi quantità è letale.
  • CARAMELLE E GOMME: le caramelle spesso contengono lattosio, difficile da digerire per il cane e per il gatto. Le “gomme” generalmente contengono dolcificanti come lo xilitolo che è tossico per i nostri quattro zampe.
  • CIPOLLE E CAVOLI: le cipolle ed i cavoli contengono un composto, un disolfuro di n-propile, che agisce, come nel caso dell’aglio, distruggendo i globuli rossi circolanti.
  • CIOCCOLATA: la cioccolata, soprattutto quella fondente, contiene la teobromina, che è tossica per i cani e per i gatti e può portare danni al cuore, ai polmoni, ai reni e al sistema nervoso centrale.
  • FRUTTI MOLTO ZUCCHERINI O MOLTO RICCHI DI ACQUA: i frutti come: banane, fichi, cachi, cocomeri, meloni, mango, prugna, possono semplicemente essere causa di diarrea.
  • INSACCATI: gli insaccati (salame, mortadella, prosciutto, salsicce ed altri prodotti) devono essere eliminati dalla dieta dei nostri animali. Contengono molti sali e grassi e spesso la “pelle” che li riveste è di plastica o di carta, non è naturale.
  • NOCE MOSCATA: alti livelli di noce moscata possono provocare convulsioni, tremori e problemi al sistema nervoso centrale.
  • NOCI DI MACADAMIA: i sintomi di intossicazione da noci di macadamia sono: debolezza, vomito, tremori, febbre, dolori addominali. Possono essere molto pericolose anche a basse dosi.
  • SALE: l’eccesso di sale non è mai raccomandato, soprattutto nei cani e nei gatti che devono seguire una dieta iposodica, ad esempio gli animali cardiopatici.
  • UVA E UVETTA: uva e uvetta oltre ad essere molto zuccherine danneggiano i reni dei nostri animali causando insufficienza renale.
  • ZUCCHERO: l’eccesso di zuccheri, come per l’uomo, è dannoso e può portare anche a malattie come il diabete, oltre ad aumento di peso.
  • A lunedì prossimo con un articolo speciale …




    https://www.facebook.com/NutrizionePersonalizzataPerCanieGatti/?ref=hl

    Mostra ancora

    Lascia una recensione

    Lasciaci il tuo parere!

    Notificami
    avatar
    Close
    Close