AttualitàCostume e società

Stridori di un Paese frammentario bislacco e delegificato !!!

Oggi sottopongo ai miei lettori la triste realtà della mancanza di legiferazione ma anche di buon senso che fa capo a certi ambiti in cui purtroppo mi ritrovo spesso invischiata. In sostanza, abitando a Roma città nota per le molteplici produzioni cinematografiche e audiovisive in genere ho sempre pensato che fosse piuttosto semplice trovare collaboratori per i miei più svariati progetti artistici.
In vero chi sa come opero, evidentemente unici efficaci e più che strutturati. In era di raro #Qualunquismo anche#Professionale .

In realtà essendo la popolazione italica assai poco collaborativa per #Natura e per #Vezzo. Constatando la dinamica della#Lobby, anche la mente più prolifica e brillante è destinata a soccombere se presto, presto non cambia aria 😀 Così per puro caso, in un anno assai strano e che sembrava promettere bene ma spiacentemente rivelando che così non fu !(chissà poi perché ? … Forse per lo stesso motivo degli anni precedenti e successivi) .

Parliamo del 2012, in effetti proprio su#Facebook mi passò sotto gli occhi un link veicolato da un mio allora contatto e attore che manifestava la ricerca di comparse per un film da girarsi a breve.Manco a volerlo, poco tempo prima una mia amica, aveva proposto d’interessarci all’attività che si presentava come un facile e divertente modo di fare qualche soldo. Inoltre ( che non guastava ), magari fare qualche conoscenza interessante nel campo, vista la poca vita sociale di entrambe 🙁 Il caso volle che quindi, partimmo insieme per questo provino per il film “”Viva L’Italia””.

In questo caso, (scoprii in seguito molto eccezionale) oltre all’agenzia che si occupava della registrazione, presiedeva proprio la produzione del film. Fortuna volle che nel marasma di persone che si presentarono tra i vari fui scelta proprio per le mie caratteristiche tra le quali, i lunghi capelli che portavo allora. Tuttavia tale fortuna non si ripeté ! in effetti allora cominciai proprio con questa agenzia a fare una serie di provini per #Generico (cosa inutile dopo che hanno la tua foto e i tuoi dati). Il cui unico scopo era far perdere tempo alla gente e far lavorare un ristorante cui tali raduni si tenevano di cui non faccio nome ovviamente ! Tutta #Carne al #Macello che visto l’alto tasso di disoccupazione e l’interesse per l’ambito, catalizzava e catalizza fin troppe persone inflazionando il settore. In sostanza di apparizioni filmiche ne ho fatte ben poche a fronte di davvero troppe partecipazioni a questi carnai.Spesso almeno si ha il buon gusto di richiedere mail e la partecipazione al provino solo se effettivamente si richiedono capacità particolari o si ricercano ruoli. In generale purtroppo la vecchia prassi del : “”Fai mobilitare tante gente per nulla”” ! Rimane tristemente consueta ed è utilizzata, tanto da chi si affaccia al settore per la prima volta, tanto dalle avvezze #Agenzie #Veterane. Spesso poi, non contente di dover mangiare a uffa sulla tua pelle, per non si sa quale oscuro privilegio di canale di conoscenza preferenziale. Si prendono anche l’ardire di chiederti quote di’iscrizione più o meno alte ! 
Ora tutta questa mia introduzione vuole porre attenzione, non tanto sulle tristi e ben note (e purtroppo accettate), prassi lavorative. Quanto,piuttosto, su una questione ben più spiacente e direi chiaramente discriminatoria nella quale mi sono più volte trovata coinvolta. L’ultimo caso c’è stato proprio l’altro ieri. In effetti proprio a #Cinecittà si sono svolti in due giornate i famosi provini per #Extras (comparse), per film americano che pare, secondo indiscrezioni essere il nuovo firmato #RidleyScott, “”All themoney in the World””. 

Back to top button
Close