Life StyleViaggi

Mondo nuovo e antico a confronto. Tel Aviv e Gerusalemme

Con il mio prossimo post vorrei fornirvi un’immagine differente di queste due città.
Tel Aviv, fondata nel 1909, è la città più giovane del Paese, mentre Gerusalemme era già una città importante all’epoca dei Romani, tuttavia entrambe le città offrono molte possibilità di divertimento ai visitatori.

Ad esempio a Tel Aviv vi consiglio di visitare il Porto di Namal, una marina circondata da ristoranti di cucina mediterranea, concept shops con le creazioni dei migliori designer israeliani e libri di poeti emergenti o addirittura praticare yoga in centri che sorgono direttamente sul mare.

Da qui potrete dirigervi a Bograshov Beach, una delle spiagge più in voga tra gli abitanti di Tel Aviv e successivamente spingervi fino a Rothschild Boulevard un’area pedonale di dimensioni considerevoli che si estende dal prestigioso teatro Habima fino alla zona di Neve Tzedek, sede del primo insediamento ebreo al di fuori di Jaffa. Se non siete ancora stanchi potete continuare la visita della città in bicicletta e in soli 45 minuti arriverete da Jaffa fino al centro commerciale (Ha Tachane) realizzato da una vecchia stazione ferroviaria che connetteva la Vecchia Jaffa a Gerusalemme. Una volta raggiunto questo luogo potrete decidere se cenare, con specialità tipiche della zona, fare shopping o recarvi in un locale notturno e vivere la movida di questa sorprendente città.

Una sola ora di auto separa Tel Aviv da Gerusalemme, ma già all’arrivo la città si presenta in modo differente. Innanzitutto prima di entrare in Gerusalemme non perdetevi una visita del Monte Scopus e della Cupola della Roccia con il suo bagliore dorato contrastante con le greggi al pascolo lungo le rive del Giordano. Proseguendo arriverete a Gerusalemme attraverso il Jaffa Gate e il Quartiere ebraico. Non sarà difficile imbattersi in ragazzi che si recano al loro bar mitzvah accompagnati dalle loro famiglie e da sassofonisti o fedeli in visita al Muro, sotto il quale dovrete procedere per entrare ne cuore della città.
Se capitate a Gerusalemme nel fine settimana, non datevi per vinti! Anche se la maggior parte delle attività sono chiuse dal tramonto del venerdì al tramonto del sabato per rispetto alla tradizione, in molti locali al di fuori della Città Vecchia, solitamente pieni, non vi sarà invece difficile trovare un tavolo libero dove poter gustare il meglio della gastronomia tradizionale israeliana classica e rivisitata. Come alloggio vi consiglio di scegliete uno dei molti hotel con la spa e di iniziare la giornata con un massaggio per poi dirigervi al Ben Sira a gustare un ottimo hummus. Da qui recatevi poi al Yemin Moshe un quartiere impressionante ricco di buganvillee e terminate la giornata al Ha Tachana di Gerusalemme con i suoi intrattenimenti musical e il suo brulicare di famiglie, coppie e turisti. Qui potrete trovare prodotti tipici “made in Israel” come i deliziosi dolci a base di frutta (come la paletas).

Mostra ancora

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
Close
Close