AnimaliLife Style

Quali sono le procedure per adottare un cane?

Quando arriva in casa il nuovo membro a 4 zampe con cui condivideremo ogni cosa ci si fa dei mega film in testa, incuriositi nel vedere come reagirà alla nostra vita quotidiana. Ci si informa chiedendo ad amici e parenti che già posseggono un cane come hanno vissuto l’arrivo, come educarlo, ogni quanto e cosa deve mangiare, i giochi utili e via dicendo.

Se il nostro amico in arrivo è un cane scelto in un canile.

Molti partono con un’idea chiara in testa circa il sesso, il colore, l’età, lo stato della salute ma poi dire “”scegli me“” si dimenticano tutto e si lasciano guidare dal cuore
quando entrano nel canile e vedono tutti  i cani rinchiusi nelle gabbie che con gli occhi sembrano 
Le procedure, quando si prende un cane in canile non sono immediate, non é che entri, giri le gabbie, decidi di prendere quel bel musetto e te lo porti a casa. Come é giusto che sia il soggetto principale da tutelare è il cane, ecco perchè viene chiesto di fare diversi incontri al canile portandolo a passeggiare: é necessario passarci un po’ di tempo assieme e farci amicizia prima di portarlo via con sè.

La seconda fase prevede di portare a casa propria il cane per qualche week end per vedere come si ambienta e per fargli fare amicizia con gli eventuali altri animali presenti in casa.
Io ad esempio quando ho adottato Diva avevo già un cane, Lady e la cosa che più mi aveva preoccupata era la reazione di quest’ultima alla vista della nuova arrivata. Per fortuna non ho avuto tanti problemi anche perché Diva era solo una cucciola e Lady  ha un carattere molto socievole. Divennero quasi subito come una cosa sola. Ancora diverso fu quando decisi di prendere una terza cagnolina, Perla, in quanto già adulta e di carattere forte. Temevo che tra lei e Diva potessero verificarsi degli scontri ma per fortuna si sono limitate a ringhiarsi a vicenda e tempo 2 settimane si sono accettate. Avevo anche paura per i miei gatti ma è andato tutto bene.  Perla arriva dal sud e non è stato possibile seguire le normali procedure. Prima di arrivare a me è stata con un addestratore di Imperia con cui ho fatto qualche incontro anche in casa mia per farle conoscere i miei 5 amici pelosi.
Ritornando all’adozione vengono fatti dei controlli pre e post affido in modo da poter verificare che il cane stia bene. Purtroppo può anche capitare che in prova vada tutto bene ma che al momento dell’adozione il cane inizi a non mangiare più e che il padrone si spaventi e riporti il cane in canile. E’ necessario capire che bisogna semplicemente dare all’animale il tempo necessario per ambientarsi, c’è chi lo fa subito e chi ha bisogno di più tempo

Adottare un animale da un privato è più facile e veloce, vai scegli e porti a casa e non tutti si premurano di rimanere in contatto con l’adottante.

Un cucciolo, come detto nel precedente articolo, ha bisogno di molto del nostro tempo agli inizi mentre un cane adulto, seppur diffidente ed impaurito per ciò che gli è capitato fino a quel momento, impara fin da subito, soprattutto se si ha già un altro cane.Parlo per  esperienza personale.

Mostra ancora

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
Close
Close