AnimaliLife Style

Cronache di salvataggi felini

Adesso io mi chiedo con quale coraggio chi commette questi atti immorali riesca a continuare a guardarsi allo specchio e a fare sonni tranquilli senza avere un minimo di senso d colpa…ed ecco che vi racconto la mia storia su BISOUS, una micetta ritrovata nella spazzatura.
Al momento del ritrovamento era di dimensioni micro e molto denutrita praticamente pelle ed ossa … Per prima cosa dopo il ritrovamento fu fatta visitare dal veterinario per accertarsi che non avesse problemi a parte la lo stato di denutrizione ed il suo continuo voler dormire. Al termine della visita la micetta sembrava in salute e una volta effettuata la sverminazione e controllato che non avesse pulci la portai a casa mia. La piccola sembrava stare bene ma dopo qualche giorno iniziò ad avere dei sintomi strani e chiamai il veterinario. Il giorno dopo la feci controllare e purtroppo dalle analisi risultò che durante la vista precedente (forse un po’ troppo superficiale) non le era stato trovato il batterio che aveva all’interno del suo corpicino; batterio che purtroppo le fu fatale.
Solo 20 ore prima della sua morte la feci visitare, in quanto non riusciva ad assimilare ciò che mangiava.
Piangeva molto, e io pensavo fosse perchè volesse dormire cn me e non nella sua cuccetta. Se non la tenevo con me nella tasca della felpa mi seguiva per tutta la casa.
Nonostante fosse una mini gattina, non temeva i suoi fratelli e sorelle anzi legò subito con Perla e giocavano sempre insieme, era bello vedere come si comportavano tra loro, e la gattina era molto vivace.
Non mi sarei mai aspettata di ritrovarmi difronte una micina che presto sarebbe sparita via in così poco tempo a cui noi tutti ci eravamo affezionate.
Questo episodio mi ha leggermente segnata, mi ha lasciata a metà. Non era la prima randagia che recuperavo dalla strada. 3 anni fa ne salvai 6 da morte certa. Avevano tentato di annegarli in una botola ma riuscii a toglierli da li e a darne via 5. Il sesto era molto più debole dei fratelli, era magro, col febbrone e una leggera malformazione alla zampina anteriore e decisi di adottarlo io.  Lo chiamai Romeo e dopo un mesetto si riprese anche se tutt’ora resta un micetto delicato che si ammala spesso.
Sono molto attenta alla salute di tutti i miei cuccioli anche se non è sempre così semplice capire se hanno qualcosa che non va ma il fatto di conoscerli bene mi aiuta molto.  La settimana scorsa Romeo aveva cominciato a comportarsi ed a miagolare in un modo diverso da solito ed io non ho perso tempo. L’ho portato dal veterinario e ho scoperto che aveva un blocco renale.
Quanto mi è successo con Bisous mi ha fatto riflettere. Il fatto di non essere riuscita a salvarla mi ha spezzato il cuore lasciandomi una sensazione di profonda delusione. Ora non riuscirei a prendere un altro micio con me, non me la sentirei proprio.
Chissà se  un giorno riuscirò a superare questa tristezza che mi é rimasta dentro e a tornarmene a casa con in braccio un altro trovatello a cui donare amore.

Mostra ancora

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
Close
Close