AnimaliLife Style

Collare o pettorina?

Ognuno di noi ha il suo modo di vedere le cose. Oggi vorrei portare l’attenzione sulle modalità utilizzate per fare uscire il nostro fedele amico in passeggiata: collare, pettorina o collare a strozzo?

Io fino ad oggi ho avuto in tutto sei cani: i primi 4 mi vennero regalati che erano dei bei batuffoli di pelo e non mi è mai passato lontanamente per idea di usare con loro uno strozzo, anche perché, come dice la parola stessa, strozza. Perché creare loro stress quando la passeggiata è un momento in cui loro e noi ci rilassiamo? Certo, con lo strozzo ottieni quasi subito più ubbidienza ma non è il modo corretto per instaurare un legame con il nostro amico a 4 zampe. Diva aveva quasi un anno quando l’ho presa e non essendo stata seguita fin da piccola era molto indisciplinata, eppure senza strozzo ho cercato di darle i giusti insegnamenti, non mi é mai passato per la testa di usarlo.
A dicembre quando presi Perla che, come ho già detto e ridetto è una cagna paurosa, mi diedero anche il collare a strozzo. Come detto in precedenza dopo varie disavventure arrivò dal Molise ad Imperia e qui me la diedero con lo strozzo x rieducarla col guinzaglio e, essendo un cane mordace, mi consigliarono di mantenerglielo così in caso di necessità sarebbe stata facile da gestire. Io essendo già stata morsa da un cane mi sentivo più sicura per la mia incolumità e quella degli altri. All’inizio non è stato facile uscire con lei, anche anche perchè la passeggiata la facevamo con gli altri miei due cani e il suo tirare era un continuo respirare male e comunque andava in stress, era decisamente molto nervosa. In più il fatto che lei non amasse essere toccata e che io fossi stata morsa da un cane in passato non ha facilitato certo le cose, dovevamo creare un legame di pura fiducia. Ci impiegammo un mesetto per poter dire che la potevo accarezzare sia in casa che per strada ma senza la possibilità di toccarle la pancia. Solo 2 mesi fa lei di sua spontanea volontà si mise a pancia all’aria a farsi fare i grattini.Perla appena vedeva la pettorina se la svignava a cuccia ed usciva scodinzolante solo se vedeva il guinzaglio ma 2 settimane fa si è messa affianco alle sue sorelle in attesa della sua pettorina. La prima uscita in passeggiata con la pettorina le ha creato un po’ di agitazione dato che la pressione non era più sul collo ma sulla pancia ed era infastidita. Ora sono 3 settimane che esce con la pettorina e tutti notano che è più tranquilla.
Ero cosi fiera di questo nuovo passo insieme che lo comunicai a delle conoscenze che per tutta risposta mi dissero che se me l’hanno data con lo strozzo è perché è un cane da strozzo. Non nego che con Perla lo strozzo è sempre a portata di mano. Ad esempio lo uso per legarla a Diva e poterle far fare un giretto da””libera”” o quando vado via e le lascio con qualcuno di cui lei non si fida. Non abbiamo lavorato molto nell’uscire con estranei e sarà un altro obiettivo farla portare da altri con me affianco in modo da rassicurarla che non l’abbandonerò e che comunque nessuno le farà mai più del male cosi da migliorare il suo socializzare con l’uomo

E’ giusto utilizzare lo strozzo perchè noi non diamo loro i giusti insegnamenti? E’ giusto che a causa del nostro poco impegno ci rimetta il cane? Io sono dell’idea che niente è impossibile, ci vuole solo una grande forza di volontà abbinata a tanta pazienza e tempo. Io sono una di quelle persone che pur stando fuori casa tutto il giorno per lavoro il tempo da dedicare ai propri cani lo trova. Loro danno un senso alla nostra vita, ce la colorano con i colori più belli che esistano, loro ci amano e rispettano per il resto della nostra vita e il minimo che dovremmo fare è fare altrettanto

Mostra ancora

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
Close
Close