AttualitàChiacchere coi VIP

Intervista a Simone Di Matteo

Simone mi risponde subito e dopo la mia presentazione all’inizio della telefonata, gli chiedo se possiamo “darci del tu”. 


Lui risponde: “Devi!”Accento marcatamente romanesco, allegro e disponibile nel conversare con me. 

Simone nasce come scrittore a diciassette anni; età in cui scrive il suo primo libro dal titolo PENSIERI E PAROLE.

 È unavocazione che spinge Simone a trasferirsi da Latina, la sua città d’origine, a Roma.

 A diciotto anni sceglie di finire il Liceo Classico da privatista e contemporaneamente frequenta il CAMPUS diCINECITTA’. È in quell’occasione che conosce la celebre Tina Cipollari, con la quale coltiva un’amicizia che ormai dura da ben quindici anni. Simone mi racconta di Tina, come una persona nondiversa da quel personaggio che appare in TV. Una persona che non teme il giudizio: dice sempre quello che pensa, dovessero tirarle anche i pomodori in faccia. È fedele a sé stessa. 
Tina quest’anno giunge al suo quindicesimo anno, sulle scene della trasmissione Uomini e Donne su Canale 5.
 Riporto una frase di Simone:ha iniziato ammaliando gli uomini e finito per stregare i telespettatori. Questo pensiero definisce benissimo la stima che Simone nutre verso Tina Cipollari e di quanto traspaia il reciproc oaffetto. 
Il celebre libro di successo NO MARIA, IO ESCO scritto a quattro mani da Tina e da Simone, non è una biografia di Tina. È un libro divertente in cui si ironizza sulla figura della vamp‐pop che ogni pomeriggio appare nel variopinto e frizzante programma di MariaDe Filippi, Uomini e Donne.

No Maria io esco è diventato un MUST,un altro modo di esprimere disappunto verso qualcosa che non piace oche Tina non condivide. Per questo nel libro sono raccontati aneddoti di vita della più amata di Canale 5, che ci deliziano strappandoci un sorriso chiarificatore, sul suo MODUS VIVENDI.

 Simone mi riporta una frase citata nel libro: Non ci faccio, ci sono. Io sono nata così. Vi basti pensare al mio primo vagito, un acuto, che avrebbe fatto impallidire la Callas!

Si dice che il primo frammento di vita, racconta tanto del nostro modo di presentarci al mondo. Ed è ecco descritto in una frase, l’ingresso alla vita di Tina. Una persona forte e autoironica, senza nessun rimpianto. Una persona che Vive, consapevole di ciò che comporta il non curarsi del giudizio e consenso. 
Concetto Grave sulla testa di molte persone che, invece, ne sono schiave. 

Questo libro, uscito nel 2015 è stato editato dalla DIAMOND EDITRICE. Casa editrice di cui Simone è direttore e fondatore. Tina e Simone consolidano il loro rapporto d’amicizia davanti alle telecamere, mettendosi alla prova partecipando insieme a PECHINO EXPRESS

Li abbiamo visti in onda lo scorso 12 settembre su Raidue in prima serata. 

GLI SPOSTATI. 

Un nome non a caso che (vista l’indiscussa similitudine tra la figura di Tina e il ricordo di Marilyn Monroe) si riferisce chiaramente al film scritto da ArthurMiller GLI SPOSTATI.

 Fu il film in cui la bellissima diva di Hollywood, insieme a Clark Gable, recitò per l’ultima volta. Un duo che ha destato scalpore, dimostrando a dispetto di quanto i malpensanti potevano 
immaginare, di avere un ruolo di prim’ordine nello show itinerante condotto da Costantino della Gherardesca. 

L’editore pontino e la vamp hanno letteralmente conquistato ilpubblico di Pechino Express, dati alla mano. 

C’è pure chi, come Davide Ognibene (voce de i REMIDA) in collaborazione con Simone Pozzati, gli ha dedicato una canzone Gli Spostati, diventata già virale.

Il viaggio permetterà agli spettatori di assistere alle avventure che Tina e Simone vivranno insieme.

 Un augurio ai nostri due famosi avventurieri, quindi.

 Un ringraziamento particolarea Simone, per aver raccontato a The Bloggest episodi del suo percorsoartistico‐letterario e per averci parlato dei suoi progetti. Aottobre infatti è in uscita L’amore dietro ogni cosa(Drawup Edizioni) il suo nuovo libro di racconti.
La redazione di TheBloggest ringrazia Mauro Caldera (Ufficio Stampa) e Lucilla Corionidi LC comunicazione, per aver concesso al nostro Social BlogNazionale, questa intervista.

 Amanda Fagiani. 


Back to top button
Close